Depeche Mode: Global Spirit Tour 2017 a Dall’Ara (BO)

Depeche-Mode-Componenti-M.-Gore-D.-Gahan-A.-Fletcher

Depeche Mode hanno realizzato un concerto memorabile a Dall’Ara (BO), sono dei veri camaleonti del rinnovamento e la retropsettiva del genio David Bowie scomparso nel 2016.

Depeche Mode allo Stadio Dall’Ara (Bo)

Depeche Mode: Global Spirit Tour 2017 a Dall’Ara (Bo) il 29/06/2017 è stato un evento memorabile, un’affluenza di pubblico che pur di esser lì molte persone hanno sacrificato notti insonne spostandosi da Firenze Rocks (da 23 al 25 giugno 2017 alla Visano Arena).

Depeche-Mode-Frontman-Dave-Gahan-Stadio-DallAra-2017-BO

Depeche-Mode-Frontman-Dave-Gahan-Stadio-DallAra-2017-BO

Questo concerto è stato una gioia per gli occhi ricco di colore, immagini, suoni, grazie anche al bellissimo video di Anton Corbijn, il fotografo e regista olandese.

Il frontman Dave Gahan è un vero leader in grado di coinvolgere i fans nelle sue performance senza cadere nel ridicolo e nella noia.

Il concerto è passata in una fase magica con il Martin Gore cantante compositore membro della band che ha cantato alcune canzoni.

In un intervista avevano dichiarato che il tour nasce per presentare il progetto Spirit, un lungo lavoro della band che lì ha visti impegnati per circa due anni tra Santa Barbara e New York con il nuovo produttore James Ford, già collaboratore di Florence & The Machine, Arctic Monkeys, Mumford & Sons e membro dei Last Shadow Puppet. Il tour partirà da Stoccolma e poi farà tappa da noi a giugno con tre date allo Stadio Olimpico di Roma (25 giugno), allo Stadio San Siro di Milano (27 giugno) e al Dall’Ara di Bologna (29 giugno).
La scaletta, è composta da ben 22 i brani cantati per circa due ore di spettacolo dal vivo, che coinvolgerà i fan della band. Sarà eseguita Everything counts del 1983, ma anche i brani contenuti nel nuovo disco Spirit, Going Backwards e So Much Love. In scaletta anche i brani più conosciuti di sempre come Personal Jesus, Enjoy the silence e I just can’t get enough.

Cosa rappresenta Spirit per i Depeche Mode?

I testi del disco si focalizzano su temi sociali come l’esclusione, la decadenza e la retrocessione dei nostri tempi, le ingiustizie e il senso di fallimento e portano l’ascoltatore a riflettere sul mondo odierno; nonostante ciò non è possibile affermare che Spirit sia un album di orientamento politico, come più volte chiarito dalla band.
Andy Flecter ha contribuito a realizzare l’abum «Abbiamo intitolato l’album Spirit perché ci siamo chiesti: “Dov’è finito lo spirito?” oppure “Dov’è lo spirito nell’umanità?”», dice Gahan. «Avevamo anche pensato a Maelstrom, però suonava troppo heavy metal.»

La scaletta del concerto

Intro (Revolution by The Beatles)
Going Backwards
So Much Love
Barrel of a Gun
A Pain That I’m Used To (Jacques Lu Cont’s Remix)
Corrupt
In Your Room
World in My Eyes
Cover Me
Home
A Question of Lust (acustica)
Poison Heart
Where’s the Revolution
Wrong
Everything Counts
Stripped
Enjoy the Silence
Never Let Me Down Again
Encore:
Somebody
Walking in My Shoes
Heroes (David Bowie cover)
I Feel You
Personal Jesus

I fans allo Stadio Dall’Ara di Bologna sono andati in delirio per il trio Gahan, Gore, Fletcher capaci di infiammare il palcoscenico, come una vera rock band, la loro musica elettro-pop ha incanto tutti i presenti che lo accompagnavano cantando a squarcia gola.

A volte le parole non bastano.
E allora servono i colori.
E le forme.
E le note.
E le emozioni.
Alessandro Baricco

I Depeche Mode hanno creato un suono che sopravvive ai cambiamenti si sono ispirati fin dagli esordi ai più grandi musicisti come i Kraftwerk e David Bowie.
I Depeche Mode sono una delle band inglesi più camaleontiche che riesce a superare crisi e rimanere sulla cresta dell’onda.

Come mai hanno omaggiato David Bowie?

David Bowie è venuto a mancare il 10 gennaio 2016 e la band Depeche Mode gli ha dedicato la cover Heroes.
Sappiate che il fortunato Dave Gahan ha incontrato sul suo percorso per ben due volte il Duca Bianco.
Nella prima fase della sua vita il front-man ha dichiarato più volte che era un fan ai tempi del liceo e <<Una sera di molti anni fa — ha ricordato — lo ho incontrato in camerino, alla fine di un suo concerto. Io lo guardavo timidamente. E lui mi ha detto: “Io ti conosco.”>>
Nella seconda fase della sua vita Dave Gahan
ormai sposato, riesce a ricontrare il suo mito grazie alla figlia che frequentava una scuola di New York, la stessa dove si era iscritta la figlia di Bowie.

David-Bowie-Dave-GahanDavid-Bowie-Dave-Gahan

“Dave Gahan: His music has been with me throughout anything I’ve ever done. If you’re backstage at a Depeche Mode gig, when you walk past my dressing room, you’re probably going to hear a Bowie album before a show. Usually it’s something from Stage, which was a live album recorded at a concert that I was very lucky to see when I just turned 16”.
USA TODAY

Sicuramente vedere i Depeche Mode dal vivo è una grande emozione, hanno una carica come quella percepita nei concerti del rocker italiano Vasco Rossi, che ti lasciano tante emozioni e non vorresti che finisse mai quella giornata.
Mentre i Depeche Mode hanno voluto omaggiare a modo loro David Bowie, l’anno scorso in città a Bologna, giungeva come una delle tappe italiane la mostra David Bowie Is visitabile
dal 14 Luglio al 13 Novembre 2016 al MAMbo.

In ricordo del più controverso personaggio musicale: David Bowie

Autore-Patrice-Murciano-Personaggio-Famoso-David-BowieAutore-Patrice-Murciano-Personaggio-Famoso-David-Bowie

La scomparsa di David Bowie avvenuta l’anno scorso (Londra, 8 gennaio 1947- New York,
10 gennaio 2016) ha lasciato un po’ tutti scioccati, pur sapendo che da tempo era malto di cancro.

David Bowie è stato uno dei personaggi più poliedrici, importanti e influenti della scena pop e rock mondiale per circa cinque decenni.

Alla fine degli anni’70, il rock prende una nuova strada fatti d’innovazione con nuovi linguaggi e così anche i loro testimoni realizzano nuove cose in maniera sofisticata. Documentare con la forza delle immagine non basta più, c’era bisogno di creare un vero filone con una storia e uno dei fotografi delle rock star di massimo rilievo dell’epoca fu Mick Rock, che realizzo i bellissimi scatti ai Queen, David Bowie, Iggy Pop, Lou Reed, Syd Barret. 

Fotografo-delle-rock-star-Mick-Rock

Fotografo-delle-rock-star-Mick-Rock

In quegli anni il fotografo Rock collabora con David Bowie, era il 1972, e poi diviene il suo fotografo ufficiale, documentandone l’ascesa con il film promozionale, copertina di album, poster, i video di Life On Mars? e Space Oddity.
Oggi, Mick Rock è ricordato come “l’uomo che ha immortalato gli anni Settanta.”

Nella sua lunga carriera David Bowie ha visto realizzati tutti i suoi sogni è stato cantante, attore, pittore, a realizzato importanti collaborazione come quella del 1981 quando collaborò con i Queen per registrare una versione quasi sconosciuta e inedita del brano Cool Cat e per la creazione di Under Pressure, nella quale duettò con il gruppo rock inglese e che cantò anche al Freddie Mercury Tribute Concert insieme ad Annie Lennox e ai stessi Queen, orfani di Mercury.

Queen-F.-Mercury-David-Bowie-Under-PressureQueen- F. Mercury-David-Bowie-Under-Pressure

La canzone, inizialmente chiamata People on Streets, fu composta basandosi su un “riff” dal bassista John Deacon e accreditata ai Queen e Bowie; fu poi inserita nell’album Hot Space del 1982.

Nel 2004 gli eccessi di una vita senza freni fatti di droga iniziano a chiedere il conto Davide Bowie ha un infarto durante la performance all’Hurricane Festival, in Germania.
Da quel giorno, Bowie si prese una pausa dalle scene musicali e si concesse per certe occasioni come ad esempio per il debutto registico del figlio nel 2009 con Moon,o la comparsata del 2005 nello spot pubblicitario di XM Satellite al fianco di Snoop Dogg, o il duetto a sorpresa con David Gilmour alla Royal Albert Hall di Londra.

Nel 2008 partecipò all’album di cover di Tom Waits realizzato da Scarlett Johansson, cantando insieme all’attrice “Fannin Street”.

L’8 gennaio del 2013, giorno del suo 66esimo compleanno, sul suo sito ufficiale apparve l’annuncio di un nuovo album intitolato “The Next Day“, anticipato dal singolo
Where Are We Now?”, che ripercorreva con nostalgia gli anni berlinesi della sua carriera.

Il suo ritorno sulle scene è stato accolto con entusiasmo dagli addetti ai lavori e dagli innumerevoli fan di tutto il mondo: nel 2014 gli è stato persino conferito un Brit Award come
Best British Male, Noe Gallagher ha dovuto consegnare il premio a Kate Moss che lo ritirò al suo posto.
David non ha mai fatto sapere che le sue condizioni stavano peggiorando drasticamente, il suo contributo per la musica continuava, scrisse la sigla di  The Last Panthers, il title-track del suo ultimo album, “Blackstar“, e ha annunciato il debutto a teatro di un nuovo adattamento de L’Uomo che Cadde sulla Terra con protagonista Michael C. Hall, anticipato dal singolo Lazarus“.  Il singolo Lazarus è uno struggente video-testamento nel quale un David Bowie in punto di morte lotta contro un David Bowie.

“For me music is color.
Not the painting.
My music allows me to paint myself. ” David Bowie

La musica di David Bowie rimarrà immortale, è stato un maestro del trasformismo e ai giorni nostri un uomo con il suo carisma, con la sua arte manca.

Critica

Il concerto dei Depeche Mode è un luogo fantastico, l’energia che si percepisce è piacevole, aver fatto parte di quella giornata sicuramente i fans lo avranno apprezzato.
Il valore aggiunto è che David Bowie ovunque egli sia in questo momento abbia fatto brillare una stella nel cielo come gradimento di averlo considerato nella tournée dei Depeche Mode e in questo articolo in parte dedicato a lui.

30/06/2017

Lara Ceroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *