69° Festival di Sanremo 2019 sarà ricordato per le mille polemiche

Mahmood-vincitore-Festival-di-Sanremo69-Anno-2019

Il Festival di Sanremo 69 è stato vittima di numerose polemiche fin dagli esordi con gli attacchi veritieri di Striscia La Notizia, fino al rush finale con la vittoria di Mahmood.

Teatro Ariston di Sanremo

Conduttori-Claudio-Baglioni-Virginia-Raffaele-Claudio-Bisio-Festival-Sanremo-69

Conduttori-Claudio-Baglioni-Virginia-Raffaele-Claudio-Bisio-Festival-Sanremo-69

Il sessantanovesimo Festival di Sanremo si è svolto al Teatro Ariston di Sanremo dal 5 al 9 febbraio 2019, é trasmesso su RAI1 in Eurovisione, è stato condotto per il secondo anno consecutivo da Claudio Baglioni, che ne è anche il direttore artistico, affiancato da
Claudio Bisio e Virginia Raffaele (già co-conduttrice dell’edizione 2016).

Il Festival di Saremo ha una lunga storia alle spalle, è stato sempre un grande orgoglio per il popolo italiano, ma quest’anno qualcosa si è incrinato portando non poche polemiche e danni d’immagine.

La pubblicità che annunciava il grande evento del Festival di Sanremo 69, purtroppo negli ultimi anni non è una delle migliori in ambito di scelta di location, creatività.
Sarebbe indicato che il Festival della Canzone Italiana avesse più cura della propria immagine artistica.

Ogni sera Striscia La Notizia di Antonio Ricci trasmessa su canale5 (Mediaset), condotta da Ficarra e Picone ha rivelato qualche oscura macchinazione sul Festival creando curiosità, sconcerto, delusione. Come ad esempio l’inviato Pinuccio che da Sanremo raccontava a milioni d’italiani le #Coincidenze o potrebbero sembrare dei conflitti d’interesse tra Ferdinando Salzano proprietario F&P – Claudio Baglioni – RAI.
Così è stato Giustamente Messo A Nudo da Striscia La Notizia con L’Inviato Pinuccio Rilevando Le Oscure Macchinazioni  Che Ha Fatto Decadere Il Mito Del Festival di Saremo In Un Pozzo Nero Della Vergogna Tutta Italiana!

Gli attacchi veritieri di Striscia La Notizia di Antonio Ricci hanno danneggiato gli ascolti di Sanremo nella prima serata del 5 febbraio 2019 l’esordio del trio Baglioni, Bisio e Raffaele, non hanno convinto il pubblico nel rimanere sintonizzati sul canale per seguire il Festival  che veniva trasmesso in Eurovisione.
Nella prima parte della serata inaugurale di Sanremo (andata in onda dalle 21.16 alle 23.56), il Festival ha ottenuto un ascolto di 12.282.000 telespettatori con il 49,4% di share. Lo scorso anno, le cose erano andate decisamente meglio, visto che l’esordio di Sanremo 2018 (dalle 20.43 alle 23.47) aveva ottenuto 13.776.000 telespettatori con il 51,4% di share. Nella prima mezz’ora c’era stato Fiorello e, forse, questo, aveva fatto la differenza.

Questo cattivo esordio del Festival di Sanremo 2019, ricorda la recente situazione della
Serie Evento Adrian di Adriano Celentano che sta andando in onda su canele 5 (Mediaset) dove la prima sera (21/01/2019) è stata un vero disastro.

A quanto pare sembra un anno un po’ brutto per le programmazioni dei grandi avvenimenti di spettacolo televisivo italiano, ma dopo il primo flop, gli artisti riescono sempre a trovare la maniera di tornare sulla cresta dell’onda con gli ascolti.

Il Festival tra i tanti clamori, dissensi, ha anche il pregio che ogni conduttore ha portato sul palco dell’Ariston una parte di sé creando armonia, un contatto umano che nelle edizioni precedenti mancava.

I grandi ospiti del Festival che si sono alternati nella vetrina in questi giorni sono diversi.

Il primo giorno

Il secondo giorno

Il terzo giorno

Il quarto giorno

 Il quinto giorno

Le Cadute di Stile del Festival di Sanremo 69

Eros-Romazzotti-Luis-Fonsi-Durante-il-duetto-Ramazzotti-perde-laudio-Festival-Sanremo69

Eros-Romazzotti-Luis-Fonsi-Durante-il-duetto-Ramazzotti-perde-laudio-Festival-Sanremo69

  • Le coincidenze che hanno fatto vergognare la maggior parte degli italiani nel mondo.
  • La mancanza di stile negli abiti troppo retrò di Virginia Raffele, essendo una bella donna poteva indossare abiti di Alta Moda appositamente dedicati al Festival come accadeva in passato.
  • La mancanza di stile nelle giacche di Claudio Bisio che per quell’occasione non rappresentavano a pieno lo stile e l’eleganza dell’uomo italiano, in particolare si criticano le prime due serate.
  • L’ambigua canzone di Achille Lauro su Roll Royce il cantante dichiara che parla di lusso, ma addetta di Striscia La Notizia di Antonio Ricci, l’inviato Stafelli ha parlato di una droga (ecstasy) così da squalificare il cantante dalla gara del Festival, ma almeno a preso il Tapiro di Striscia. È stato anche criticato per le somiglianze ravvisate con il brano «1979» degli Smashing Pumpinks.
  • Riccardo Cocciante ospite al Festival di Sanremo duetta con il conduttore
    Claudio Baglioni e quest’ultimo non ricorda il testo della canzone Margherita del suo collega Cocciante.
  • Eros Ramazzotti super-ospite al Festival di Sanremo durante la sua esibizione con il cantante Luis Fonzi cantano Per le strade una canzone, Ramazzotti rimane senza audio e nessuno se accorge dal fonico alla regia, anche se il cantante visibilmente indiretta lo fa notare.
  • Loredana Bertè canta Cosa ti aspetti da me il testo scritto da Vasco Rossi, la favorita alla vittoria dopo gli applausi della giuria, del pubblico, gli standing ovation. Invece è stata tagliata fuori all’ultimo dalla Giuria D’Onore facendola finire al 4°posto della classifica.
  • Paola Turci mentre canta L’ultimo ostacolo steccata ben due volte, nelle diverse puntate, in particolare nell’ultima.
  • Ultimo con la canzone I tuoi particolari, era primo in classifica e andava a lui il primo premio, ma è stato messo fuori gioco da Mahmood in modo molto ambiguo e sospetto.Ultimo è al 3° posto della classifica.
  • Mahmood di origine italo-egiziano con la canzone Soldi, era in posizione 3°posto e poi è schizzato al 1°posto decretando la vittoria finale. Ci sono state molte polemiche per questo cambio repentino e una facile vincita, si è messo di mezzo anche i conflitti politici.

Critica

Questo Festival di Saremo 69 non verrà ricordato per il buon gusto, per i conduttori, per il palcoscenico o gli ospiti.
Le serate all’Ariston 2019 saranno ricordate per le polemiche, le strane coincidenze, i pettegolezzi, per una regia che faceva acqua da diverse parti mettendo a disagio gli ospiti.
Nei prossimi giorni si continuerà a parlare dei vincitori e di quelli che dovevano solcare il podio e sono passati per perdenti involontari, mettendo in causa il vero valore del Televoto che sembra un falso, vista la situazione che si è andata delineando per la vittoria.
Chissà cosa ci riserverà il prossimo Festival di Sanremo?
Non lo possiamo sapere, ma ci si augura che dagli errori  chi doveva  imparare lo abbia fatto e posso farne ammenda per la prossima stagione.

11/02/2019
Lara Ceroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *