Modena-Nerd-Settembre-2019-A-Spasso-tra-le-Comparazioni.

Modena Nerd 2019: fumetti, videogiochi, YouTuber

Modena-Nerd-Settembre-2019-Emanuela-Pacotto-e-Gianluca-Iacono-Voci-di-Bulma-e-Vegeta-di-DragonBall-Foto-Pagian-Ufficiale-Facebook-Recensione-Comparata

Modena Nerd 2019 (14-15 settembre) è un interessante realtà che coinvolge il mondo del fumetto, dei videogiochi, delle star di  YouTuber.
Gli stessi creatori di Modena Nerd, hanno realizzato il primo Nerd Show Bologna 2018 in Fiera nel weekend  dal 10 al 11 febbraio.

Un weekend per tornare bambini

Modena-Nerd-2019-Crossower-werstling-Foto-da-Pagina-Ufficiale-di-Facebook

Modena Nerd -2019-Crossower werstling- Foto da Pagina Ufficiale di Facebook

A Settembre l’Italia si veste di colore, offrendo ai viaggiatori indimenticabili itinerari anche nei weekend, una tappa assolutamente da fare è nella città di Modena.

A Spasso tra le Comparazioni è lieta di farvi da guida nella bella città modenese tra le ultime novità del settore dei videogiochi, dei fumetti, dei Cosplayer, degli YouTuber e tanto, tanto ancora.

Festival-Filosofia-2019-Modena

FestivalFilosofia 2019 a Modena

A Modena all’attivo c’è il Festival della Filosofia (dal 13 al 15 settembre 2019) appuntamento culturale di grande importanza per i numerosi ospiti come Massimo Mori,
Ivano Dionigi, Roberto Esposito e il tema di quest’anno è sulla Persona.
Sempre a Modena solo un pò più fuori dal centro storico c’è il Modena Nerd nel weekend del 14-15 settembre 2019per gli appassionati degli anni ’80-’90-2000 questo è il vostro regno, per arrivare è molto consigliato il taxi o la macchina. Per i due giorni della Fiera vi consiglio di utilizzare le riduzioni dello sponsor del supermercato Conad, ma se volete saltare l’enorme fila pur di non stare troppo sotto il sole allora vi consiglio di prenotare i biglietti online, o di pagare alla cassa i due giorni.

Il programma è abbastanza interessante, diverso per alcune scelte degli ospiti dal Nerd Show  Bologna 2018.

Un altro consiglio che mi sento di darvi è leggete prima il programma e organizzatevi molto bene, il tempo a disposizione sembra infinito, invece è solo un’illusione.

La cultura vista con nuovi occhi

Modena-Nerd-2019-09-15-Victorlaszlo88-e-Lara-Ceroni

Modena-Nerd-2019-09-15-Victorlaszlo88-e-Lara-Ceroni

Modena Nerd 2019 è un mondo vivace, ti tuffi tra il passato e il presente, qui incontri i propri idoli come lo YouTuber Victorlszlo88, o Giovanni Muciaccia, o gli autori nazionali ed internazionali dei fumetti e puoi farti un selfie e due chiacchiere, sono molto disponibili.

Se siete fans degli anni80-’90 perchè lì avete vissuti o ve ne hanno parlato sapete bene che andavano di moda le sale giochi erano dei veri luoghi di culto come aggregatori di amicizia.
In ogni città c’era una o più sale giochi al suo interno trovavi il biliardo, il calcio balilla (biliardino), i videogiochi arcade, i flipper e se siete fortunati vi ricordate che si pagava 200 Lire o si cambiavano le monete per i gettoni.
Bei tempi!

Modena-Nerd-Settembre-2019-Videogioco-Pagina-Ufficiale-Facebook-Recensione-Comparata

Modena-Nerd-Settembre-2019-Videogioco-Pagina-Ufficiale-Facebook-Recensione-Comparata

La maggior parte della nuova generazione non sa nè anche che cosa sia una sala giochi, realtà arcaica, i ragazzi si divertono con i cellulari, o gli smartphone, o con i computer non si gioca più da soli, anzi possono giocare in un mondo virtuale è possibile sfidarsi con altri utenti a distanza grazie alla viedeochat.
I tempi sono cambiati!

In un’altra ala della Fiera potete incontrare la novità nel mondo dei Cosplayer, mai vista prima ed è molto originale, realizzata dell’azienda 3D Macrocoop che ha messo appunto un innovativo sistema di selfie chiamato: Cosplayer 3D.

Modena-Nerd-2019-Novità-Cosplayer -3D-del-Settore-Dal-14-15-Settembre-Recensione-Comparata

Modena-Nerd-2019-Novità-del-Settore-Dal-14-15-Settembre-
Recensione-Comparata

Cosplayer 3D è una realtà divertente, un ricordo unico da condividere con o senza gli amici, l’unica scomodità che in Fiera la foto che viene realizzata la spediscono dopo che firmi la  Liberatoria, mentre per la realizzazione della statuetta devi aspettare la lavorazione in laboratorio e la devi pagare.
Niente ti viene regalato!

É una novità per chi non conosce questa moda il K-POP (Korean Pop, “Pop Coreano”), i gruppi più rappresentativi sono il rapper sudcoreano Psy che è giunto oltre Oceano anche in Italia grazie alla canzone che lo ha reso famoso Gangnam Style (2012), gli altri gruppi musicali sudcoreani sono Exo cantano Growl (2013), il gruppo musicale femminile 2NE1 cantano
I Am the Best (2011).

Alla Fiera modenese i ballerini sono selezionati da una giuria esperta di K-POP, ogni concorrente porta a scelta una coreografia del proprio idolo sudcoreano e la performance deve essere impeccabile. Oltre a questo tipo di contesto, ci sono altre postazioni sparse in giro e non sono competitive, ma sono utilizzate per provare la nuova moda giovanile che da un paio d’anni invade i social network e YouTube.

Qui di seguito vi metto il Link del video preso da YouTube del gruppo musicale sudcoreano di K-POP dei BTS con la partecipazione straordinaria del DJ Steve Aoki

Link: BTS(방탄소년단) “MIC DROP (Steve Aoki Remix)” Official MV

In realtà, per gli Occidentali questo genere di musica POP era già in voga negli anni’90 grazie alle Boy Band formati da quattro uomini come i Take That che facevano pop britannico o Backstreet Boys  gruppo statunitense o dal gruppo musicale britannico più famoso composto da quattro donne le Spice Girls.
Tutti i gruppi musicali che cantavano avevano come caratteristica che erano ballerini, cantanti, erano inseparabili.

Band-musicali-POP-anni-90-Recensione-Comparata

Band-musicali-POP-anni-90-Recensione-Comparata

Negli anni’90 la cultura POP ha una linfa vitale indimenticabile, si ballava le hit musicali del momento in inverno nelle discoteche, o nei pub e in estate negli chalet difronte al mare.

Negli anni passati le persone si sapevano divertire, le amicizie erano genuine, poteva capitare momenti di rivalità tra gli amici, ma dopo la bufera tornava il sereno. Mentre, la nuova generazione è molto arrogante, la prepotenza è quasi al primo posto, il perdono è quasi visto come una debolezza causata dei cattivi media che ne fanno una propaganda e sbagliano in modo irreparabile.
Oggi, la gioventù vive di troppa competizione e non sanno godersi le tappe della crescita che sono fondamentali per una buona e longeva vita.

In tutti i contesti dove c’è la Fiera del fumetto, Cosplayer, YouTuber, o videogiochi come Modena Nerd 2019, Nerd Show Bologna 2018, Bologna Comix Cosplay Show 2018
per concludere al meglio il weekend c’è la performance vulcanica di Giorgio Vanni che fa scatenare i fans a ritmo di musica da cartone animato.

Nerd Show Bologna 2018

Nerd-Show-Bologna-2018-Recensione-Comparata-2019

 

A Bologna è nata una nuova Fiera del fumetto che comprende i videogames, gli YouTuber, i Cosplayer si chiama Nerd Show Bologna, anno d’apertura 2018 presso Bologna Fiere nel weekend del 10-11 Febbraio.

I fondatori dell’evento sono gli stessi del Modena Nerd.

Le tematiche e alcuni ospiti si ripetono creando ridondanza per chi è un appassionato.
Poiché, di personaggi che stanno emergendo in queste nuove realtà mediatica e da web sono tanti,
gli organizzatori potrebbero puntare nella ricerca di nuovi volti da proporre presso la Fiera di Bologna e di Modena.

Vivi l’avventura del Nerd Show Bologna 2018

 

Nerd-Show-Bologna-2018-Gara-Cosplayer-Ph.-Fanpage-Facebok-Recensione-Comparata-2019

Nerd-Show-Bologna-2018-Gara-Cosplayer-Ph.-Fanpage-Facebok-Recensione-Comparata-2019

Il Nerd Show Bologna 2018 ha fatto centro con un successo che ha messo d’accordo grandi e piccini, tanti stand da visionare dal buon cibo, ai fumetti, ai giochi da tavola, all’abbigliamento, alla  sala giochi, i workshop, le conferenze, gli ospiti, sono stati due giorni intensi e molto istruttivi.

Il Nerd Show Bologna 2018 è diventato per due giorni il palcoscenico per i Cosplayer, ormai il mondo è invaso da loro che da anni si fanno strada in lungo e in largo in Italia e all’estero in fiere di settore e la moda non cessa, anzi aumenta tra i giovani e meno giovani.

É piacevole incontrarli, fotografarsi con loro, i Cosplayer mettono di buono umore anche la persona più triste trova beneficio in queste realtà.

A questa Fiera bolognese, i partecipanti vestiti da cosplay oltre a farsi guardare con ammirazioni dai presenti andando in giro tra i padiglioni, hanno potuto partecipare al Campionato Nazionale Cosplayer by EPICOS come ospite d’onore c’era la cosplayer Ambra Pazzani e presentavano la gara di cosplay Luca Panzieri e Maurizio Merluzzo.
Sappiate che questa gara è la stessa organizzata per il Lucca Comics & Games.
Molto interessanti per questa gara di Cosplayer al Nerd Show Bologna 2018 sono stati i premi durante il sabato veniva consegnato un buono da 150 Euro di Amazon per il miglior cosplayer femminile e maschile, mentre la domenica veniva consegnato al primo classificato un buono di 500 Euro di Amazon.
Beati i vincitori!

Nerd-Show-Bologna-2018-Artista-Kim-Jung-Gi-Ph.-Fanpage-Facebook-Recensione-Comparata-2019

Nerd-Show-Bologna-2018-Artista-Kim-Jung-Gi-Ph.-Fanpage-Facebook-
Recensione-Comparata-2019

Uno degli artisti più attesi di questa edizione è stato Kim Jung Gi che ha lasciato i suoi fans e i curiosi a bocca aperta per la realizzazione della sua grande opera.

Gunpla-Mazinga-Jeeg-Robot-d-accaioNerd-Show-Bologna-2018-Sito-Uff-Recensione-Comparata-2019

Gunpla-Mazinga-Jeeg-Robot-d-accaioNerd-Show-Bologna-2018-Sito-Uff-
Recensione-Comparata-2019

Alla Fiera di Bologna 2018 puoi incontrare uno spazio dedicato agli sviluppatori del modellismo in scala che in Giapponesono chiamati Gunpla.
Pontendo osservare da vicino come lavorano, si ha l’opportunità d’ imparare le tecniche, togliersi qualche curiosità, capire le difficoltà di chi lavora tutti i giorni quest’arte delicata, affascinante e fatta di accurata precisione.
I Gunpla rappresentano Manzinga Z Infinity, Daitarn 3, Jeeg Robot d’accaio e molti altri.

Critica

Con questo articolo ho voluto mettere in luce il grande potenziale di questa Fiera dedicata al Nerd, gli entusiasti promotori degli anni’80-’90-2000 credono che la divulgazione sia importante, come la cultura, come la passione che può diventare un lavoro.
Infatti, i risultati della grande affluenza di pubblico hanno dimostrato che i responsabili hanno realizzato un lavoro eccezionale.
Questi weekend di Fiera ci regalano momenti di familiarità, di amicizia, di spensieratezza e quello che porti a casa è la gioia di aver fatto parte di un progetto importante di comunicazione, che non avrà mai fine.

16/09/2019
Lara Ceroni

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *