5 Serie Tv imparano la Manipolazione-

5-Serie-Tv-che-spiegano-la-Psicologia-della-Manipolazione5-Serie-Tv-che-spiegano-la-Psicologia-della-Manipolazione

Ognuna delle 5 Serie Tv, sono realizzate per rendere lo spettatore più consapevole che la Manipolazione se si conosce si può non esserne succubi.

Comportamento Linguistico dei Manipolatori

Comportamento-Linguistico-dei-Manipolatori
I Manipolatori si riconoscono dal compaortamento del linguaggio verbale e dal moviemnto del corpo

Ogni giorno siamo esposti ad una serie di comportamenti diversi per conquistare un posto di prestigio nella società, che è in continua evoluzione.
Le persone ambiziose usano diverse tecniche per farsi strada nel mondo d’orato del business e quando lo conquistano non vogliono più farne a meno.

Nella giungla dell’opportunità al numero uno c’è la Manipolazione, usata fin dai tempi remoti e sviluppata dagli opportunisti per i propri scopi attraverso il linguaggio verbale e non verbale.

Il Manipolatore ha il potere di ingannare la mente della vittima fino ad ottenere tutto ciò che vuole, senza mai passatemi il termine sporcarsi lui le mani.
Ricordatevi sempre che il Manipolatore si nutre delle vostre paure, delle vostre insicurezze, è un vampiro affettivo, ma potete fermarlo abbiate rispetto della vostra intelligenza, abbiate una forte autostima, siate rispettosi del vostro corpo.

La Psicologia illustra che il Manipolatore utilizza nella preda designa delle tecniche di approccio e spesso le sue prime cavie sono dei familiari, o dei parenti, o degli amici, o delle mogli.
In secondo tempo, la sua tecnica evolve e l’attenzione si sposta verso nuove vittime immerse nella società.

Il Manipolatore per i medici, gli specialistici, i psicologi, è considerato un falso buonista, in realtà arde di avidità di potere, molti dei suoi atteggiamenti sono dovuti a relazioni sbagliate del periodo della crescita (famiglia, fidanzata, parenti, amici) con evidenti situazioni di carenze affettive e in altre occasioni hanno problemi di personalità disturbata (doppia personalità, immedesimazione in persone di fantasia o anche realmente vissute).

Il Manipolatore usa una varietà di comportamenti che sono delle vere tecniche per soggiogare le sue vittime ad esempio si nutre del loro senso di colpa, passa per persona incompresa / vittima della società, utilizza la rabbia esibita per addomesticare e soggiogare la vittima, utilizza la ritmicità della voce quasi in modo ipnotico, o battere in modo deciso e forte un piede a terra per richiamare l’attenzione, sono dei bugiardi patologici, etc. 

Oggi affronto nell’articolo il Manipolatore che si muove nel suo habitat attraverso una serie di tecniche che vanno dalla psicologia delle bugie, alla vendetta, passando per il mondo della seduzione, fino ad arrivare all’omicidio, ogni tecnica è ben visibile nelle sceneggiature delle famose 5 Serie Televisive: Come Sorelle, Revenge, Beautiful, Bull, The Fall-Caccia al Serial Killer.

Le 5 Serie Tv parlano dei Manipolatori abili truffatori dei sentimenti

5-Serie-Tv-Sono-Come-Sorelle-Revenge-Beutifull-Bull-The-Fall-insegnano-la-arte-della-Manipolazione
5-Serie-Tv-Sono-Come-Sorelle-Revenge-Beutifull-Bull-The-Fall-insegnano-la-arte-della-Manipolazione

Cosa vi appassiona, quando guardate una serie televisiva che vi piace?

Molti di voi, mi potreste dire l’intreccio della trama, o la recitazione degli attori, o il sex appael degli attori, o le locations scelte dal direttore della fotografia sotto la guida del regista.
Certo, tutti questi elementi servono affinché il prodotto finale abbia parte del successo meritato.

Come è possibile che la costruzione della sceneggiatura ha un impatto emotivo, sociale, psicologico, così da poter riuscire a mettere in relazione gli attori con gli spettatori creando dipendenza per una serie televisiva?

Gli episodi sono scritti per creare una calamita attrattiva dove lo spettatore è coinvolto mentalmente e sentimentalmente attraverso l’immedesimazione.
Questo mix, in certi casi anche letale, porta suspense, emozioni contrastanti, supposizioni su come andrà avanti il prossimo episodio, o come si arriverà alla conclusione, o alla futura nuova stagione della serie televisiva amata.

Le 5 Serie TV Come Sorelle, Revenge, Beautiful, Bull, The Fall, hanno in comune il concetto della Manipolazione, ma possono realmente dare qualche insegnamento?

Certamente sì, le Serie TV che sto esaminando possono mettere in guardia le persone, poiché insegnano ha lottare per arrivare alla verità, alla giustizia e ad un innalzamento sociale-economico, ma soprattutto insegnano che tutti hanno punti deboli e questo può essere un vantaggio per evitare di non avere paura verso questo soggetto distrurbato.
Queste 5 Serie TV Come Sorelle, Revenge, Beautiful, Bull, The Fall-Caccia al Serial Killer messe in relazioni tra di loro, possono essere una bussola, verso l’uscita dal tunnel del Manipolatore e i protagonisti sono dei veri guerrieri che vincono.

Analisi Filmica delle 5 Serie TV e Insegnamento Finale

Come-Sorelle-Serie-Tv-Turca-Genere-Drammatico -Trasmnessa su Canale 5 -Mediaset
Come-Sorelle-Serie-Tv-Turca-Genere-Drammatico
  • Come Sorelle è una Serie Televisiva Turca, Genere Drammatico, Anno 2019, trasmessa in Italia nel 2020 su Canale 5 della Mediaset.
    Il plot si sviluppa su una serie di intrecci che portano lo spettatore a domandarsi chi sia il vero responsabile della distruzione di un nucleo familiare, perchè c’è stata la separazione violenta di queste donne.
    La madre Cahide Esen Karalare (Uce Usul) viene arrestata per  l’omicidio del marito che non ha mai commesso e abbonda le tre figlie al loro tragico destino in orfanotrofio, le tre figlie della donna sono İpek Gencer (Sevda Erginci), Deren Kutlu (Melis Sezen), le prime due sono adottate, ma Çilem Akan (Elifican Ongurlar) cresce in ordanotrofio e lega molto con l’amica Azar Yilmaz (Özge Özacar).
    Lo spettatore intento a capire come si evolverà lo script si fa una serie di domande ad esempio come mai nessun familiare prossimo si sia mai fatto avanti per la loro tutela, o chi si maschera dietro ad una serie di lettere inviate alle protagoniste, o dove è la vera giustizia se non quella giudiziaria almeno quella divina.
    Il complesso puzzle si arrichisce di enigmi con l’omicidio del violento e temibile di Tekin Malik (Yudaer Okur) e con un testimone apparentemente sconosciuto che manipola le giovani ragazze, il sadico zio Cemal Karalar (Emre Kınay) che si destreggia abilmente nelle vite delle giovanissime criminali (Azar, İpek, Deren) che vengono manovrate come dei burattini.
    Il crudele e diabolico zio Cemal Karalar pian piano verrà allo scoperto e lo spettatore vedrà un uomo ossessionato dall’amore non corrisposto della cognata Cahide Esen Karalare e pur di possederla ha ucciso suo fratello e messo in orfanotrofio le nipoti senza mai averne rimorsi. Il suo diabolico piano di riunire le nipoti  e la madre non è del tutto perfetto, ma come dice un detto chi troppo male fa, prima o poi cadrà vittima del suo stesso gioco perverso.
    Il signor Cemal Karalar verrà fermato dal suo Avvocato che coinvolgerà il fidanzato Burak Çlik (Mahir Denizhan) della giovane dottoressa Deren e porterà le prove schiaccianti di come è realmente avvenuto l’omicidio del fratello del suo cliente pur di liberare questa famiglia dall’ incubo di un parente senza scrupoli e psicologicamente malato, riuscendo a metterlo in galera.
    Quando il karma familiare si sporca di omicidio è un vero problema, infatti il seme di questa morte violenta si ripete in un altro episodio della loro vita e conosciamo questo nucleo familiare travagliato attraverso i delitti di sangue.
    La Serie TV Come Sorelle inzia con un matrimonio violento e assistiamo all’omicidio del rabbioso e manesco Tekin Malik (Yudaer Okur) avvenuto per legittima difesa attuato da İpek Gencer (Sevda Erginci), Deren Kutlu (Deren Kutlu) e da Azar Yilmaz (Özge Özacar).
    Le tre giovani da poco ritrovate come sorelle, invalidano la loro immacolata fedina poichè non ammettono subito la verità sull’omicidio e la polizia indaga per trovare la verità.
    Le tre ragazze İpek, Deren, Azar  innescano una serie infinita di depistaggi, bugie, manipolazioni e iniziano ad avere paura per il futuro dopo che si innamorano ognuno dei rispettivi partener.  I partner sono Sinan Malik (Seçkin Özdemir) figlio di Tekin Malik è innamorato della moglie del padre scomparso che è İpek Gencer che lo ricambia, Kenan Soykan (Burak Yamantürk) innamorato di Deren Kutlu e Mahir Denizhan (Burak Çelik) è innamorato Azar Yilmaz che si finge prima di essere la sorella delle ragazze, ma poi quando entra in scena la vera sorella Çilem Akan (Elifican Ongurlar) la situazione si ribalta.
    Così scopriamo che all’interno di questa serie tv turca abbiamo una quarta manipolatrice dei sentimenti che è Azar Yilmaz, la quale ha rubato l’identità della sua migliora amica Çilem Akan senza pensare alle conseguenze che avrebbe dovuto affrontare questa futura madre.
    Le tre giovani protagoniste (İpek, Deren, Azar) si distinguono dallo zio Cemal Karalar, poichè si assumeranno alla fine le loro responsabilità andando in galera e uscendo dal carcere per una riduzione di pena, in quando secondo le indagini Tekin Malik era veramente un uomo senza scrupoli, manipolatore e violento con le donne e i bambini.
    Insegnamento Finale: Un aspetto importante della Serie TV Come Sorelle è che non tutte le
    coincidenze sono delle buone novelle, bisogna sempre informarsi bene su chi abbiamo difronte, certamente le opinioni altrui bisogna ascoltarle ma fino ad un certo punto e poi bisogna farsi un proprio giudizio. La manipolazione se viene studia è riconoscibile e può essere neutralizzata. Il perdono va mantenuto è un alleggerimento del karma, ma chi fa del male deve essere allontano e bisogna non dargli spazio perchè se il manipolatre non guarisce attraverso cure specifiche rimane un persona malsana che avvelena la vita di chi vuol essere felice.
Revenge-Serie-TV-Americana-Anno-2011-2015
Revenge-Serie-TV-Americana-Anno-2011-2015
  • Revenge è una Serie Televisiva Americana, andata in onda dal 2011 al 2015, sul canale ABC, liberamente ispirata al romanzo Il conte di Montecristo di Alexander Dumas.
    In Italia è stata trasmessa prima nel 2011 sul canale Fox Live, poi su Deejay TV in chiaro nel 2012 e infine è stata riproposta nel 2020 su Rai4.
    Genere: drammatico, thriller, soap opera.
    Il plot si sviluppa su una serie di flash back dove lo spettatore conosce piano piano tutti i protagonisti di questa serie.
    La sceneggiatura mette in risalto la vita lussuosa contrapposta alla vita semplice, ogni protagonista ha un ruolo che rappresenta la catena sociale degli intrighi di potere, come l’amicizia che rimane un’utopia, ma tutto passa attraverso losche e strategiche manipolazione, le vittime coinvolte possono ferirsi o morire.
    In Revenge il concetto base è la sopravvivenza del più forte

    Questa serie televisiva è un cocktail esplosivo, ben delineato che fa rimanere lo spettatore attaccato alla poltrona per tutto il tempo della narrazione.
    La protagonista femminile l’attrice Emily VanCamp da un impronta importante al suo doppio personaggio interpretando Emly Thorn/Amanda Clarke.
    Il gioco quasi perverso che Emly Thorn/Amanda Clarke attua per scoprire la verità e vendicarsi delle atroci sofferenze che ha subito per non essere cresciuta con il padre Davide Clarke (James Tupper).
    L’odio di Emly Thorn/Amanda Clarke  mette in luce una vera perfezionista della finzione dei sentimenti, una manipolatrice che per ottenere giustizia per il padre che si verrà a scoprire a quasi fine ultima stagione essere vivo, ma questo particolare non la distoglie dall’obbiettivo di distruggere la famiglia Grayson che le ha causato tanto dolore.
    Come dice l’Antico Testamento: Se uno farà una lesione al suo prossimo, si farà a lui come egli ha fatto all’altro:  frattura per frattura, occhio per occhio, dente per dente; gli si farà la stessa lesione che egli ha fatto all’altro.
    Come in tutte le Serie Tv anche in Revenge c’ è un lieto fine, la protagonista sposa il suo vero amore Jack Poter (Nick Wechsler).
    Insegnamento Finale:
     Il riformatorio per la protagonista Emly Thorn/Amanda Clarke la resa più forte e ha ottenuto dei nuovi alleati per combattere i malvagi.
    Questa figura di donna
    Emily Thorne/Amanda Clarke (Emily VanCamp) è passata da essere una ragazza rabbiosa, ad essere una donna consapevole e capace di ottenere tutto ciò che desidera attraverso l’astuzia e grazie allarte della manipolazione.
    Questa donna
    può rappresentare una fetta di popolazione che cerca risposte su come comportarsi in determinati ambiti sociali.
    Le Sceneggiature Come Sorelle e Revenge si assomigliano.
    Le  protagoniste femminili vengono strappate alla loro infanzia felice, ma per sopravvivere hanno bisogna di cambiare il loro carattere, facendo uno sforzo su se stesse e  usando strategie, sotto rifugi per capire, adeguarsi  alla società in cui vivono. 

Beutiful-Soap-Opera-Attrici-Jacqueline-MacInnes-Wood-e-Annika-Noelle
Beutiful-Soap-Opera-Attrici-Jacqueline-MacInnes-Wood-e-Annika-Noelle
  • Beautiful (The Blod and the Beutiful) è una soap opera statunitense, creata da William J. Bell e Lee Phillip Bell, per la BCS, trasmessa in oltre 100 paesi nel mondo.  In America la prima puntata di Beautiful risale al lontano 1987, ancora oggi è la più amata e seguita.
    In Italia la prima volta è stata trasmessa su Rai2, qualche anno dopo è passata su Canale 5 della Mediaset ed è ancora visibile su questa canale, le repliche sono tramesse su LA5 della Mediaset.
    Genere: Soap Opera
    La soap opera Beautiful è stata inserita al terzo posto della classifica dell’analisi filmica e dell’apprendimento finale in  quanto lo spettatore  può apprendere in modo consapevole come è il mondo dello star system e di come spesso la fortuna bussa agli audaci.
    Tutt’oggi le sue puntate sono attuali, non cadono mai nei clichè bensì si rinnova con la temporaneità della società ed è un vero esercizio di stile, cultura, avanguardismo, che porta i telespettatori ad amare questa serie televisiva camaleontica. 
    Forse un giorno vedremo la fine, ma per ora gustiamocela e impariamo l’arte della seduzione e della manipolazione.
    Beautiful
    va di scena da anni, hanno sempre sorpreso il pubblico portano ogni sorta di avvenimento dagli  attentati di ogni genere, persino ai figli disabili nascosti che ricompaiono come nulla fosse, alla manipolazione della verità utilizzata ad arte dal personaggio Stephanie Dauglas Forrster (Susan Flannery), uscita di scena la prima matriarca della serie tv, lo scettro del manipolatore è passato all’imprenditore Bill Spencer Jr. (Don Diamont), ma la miglior manipolatrice e donna di  seduzione è la brava Brooke Logan (Katherine Kelly Lang) ancora oggi è nella serie.
    Un aspetto che differisce dalle altre serie tv  sono i continui matrimoni tra parenti, che è il cavallo di battaglia della soap opera come Liam Spencer (Scott Clifton) che sposa prima Hope Logan Spenser (Kimberly Matula) poi diverzia e sposa la sorellastra di lei Steffy Forrester (Jacqueline Maclnnes Wood).
    La soap opera ha cercato di far emergere le vecchie tradizioni tipiche delle Famigli Reali o del Ranghi Nobiliari, ma si è dovuta adattare anche al nuova realtà sociale.
    Negli anni’80-’90 era ancora accettabile che le soap opera potessero in qualche maniera influenzare il pubblico cercando di rimettere in voga il concetto di sposarsi membri della stessa famiglia, ma nel 2000 questa realtà sociale è stata in parte sdoganata e si è fatto persino spazio alla nuova realtà dei social network, della vita sessuale dei transgender, etc.
    In passato lo spettatore era affascinato nel vedere Beautiful  era colpito dal mondo dorato della Moda  dove si poteva apprezzare le sfilate, i backstage, la realizzazione del carta modello, ma negli anni altre Serie Tv hanno trattato la Moda con toni leggeri e implicazioni più piacevoli vi voglio ricordare la serie tv spagnola Velvet che ha fatto breccia nei cuori degli amanti di questo genere porta con se la consapevolezza che altre strade per raccontare la moda dietro le quinte è stato possibile o la serie tv italiana Il paradiso delle signore che racconta la moda attraverso la nascita dei negozi di abbigliamento.
    Anche queste due serie tv appena citate sono condite con colpi di scena, malavita, manipolazione per arrivare al potere.
    Insegnamento Finale: Beuatiful ha fatto capire al mondo intero che sedurre è la parola d’ordine per il mondo della Moda, la seconda parola d’ordine è avanguardia, terza parola d’ordine è manipolare con destrezza tutti senza cadere nel banale.
    Questa soap opera rende il mondo una valigia portatile e quando la si apre si può scegliere l’abito/l’identità che un soggetto voglia assumere poichè non c’è limite per chi vuole rimanere sulla cresta dell’onda.
    Un detto dice: ” I bravi artisti copiano, i grandi artisti rubano.”
Bull-Serie-Tv-Protagonista-Michael-Weatherly
Bull-Serie-Tv-Protagonista-Michael-Weatherly
  • Bull è una serie televisiva statunitense trasmessa nel 2016 sul canale CBS.
    In Italia, viene trasmessa su Rai2 e nel 2020 siamo alla quinta stagione della serie televisiva.
    Genere: giudiziario
    La serie è liberamente ispirata alla vita del famoso psicologo e presentatore televisivo statunitense Phil McGraw, conosciuto anche come “Dr. Phil”, che è stato attivo, prima del suo lavoro in televisione, come un cosiddetto “consulente di processo”, ovvero un particolare tipo di esperto che aiuta gli avvocati nei processi, in particolare con la selezione dei giurati e con consigli sugli aspetti della comunicazione (verbale e non), atti ad aumentare le possibilità di successo.
    Questa serie televisiva mette in luce come realmente sono i processi giudiziari americani, attraverso la Trial Analysis Corporation (TAC) è una società di consulenza che analizza le reazioni dei giurati durante un processo attraverso dei monitor che analizzano le emozioni dei giurati che devono esprimere un verdetto positivo o negativo sul condannato.
    Questo affascinate e inquietante meccanismo è utilizzato dal psicologo Dottor Jason Bull
    (Michael Weatherly
    e dal suo team di esperti che va dall’Avvocato Benny Colò (Freddy Rodríguez),  all’analista comportamentale, psicologa, neolinguista Marissa Morgan (Geneva Carr), Chunck Palmer (Christopher Jackson) preparatore comportamentale dei clienti presso TAC, Danny James
    (Jaime Lee Kirchner)
    è l’investigatrice privata del team con agganci nell’FBI e l’ultima new entry è Taylor Rentzel (MacKenzie Meehan) è un’esperta informatica.
    Quello che colpisce in Bull è che la manipolazione passa nel piano psicologico-sociale, mettendo in evidenza la trasandata società odierna che avanza tecnologicamente e rallenta l’impatto emotivo-sociale per i propri interessi.
    Le Differenze Sostanziali con le altre serie tv di Avvocatura come Law & Order, Suits, The Good Wife, Drop Dead Diva,etc. è che viene messo in risalto il lavoro dell’Avvocato come abile stratega della parola in azione per difendere i diritti dei più deboli, condito per intrattenere il pubblico con scorci della vita privata degli Avvocati. Mentre nella serie televisiva Bull  conosciamo pochissimo la vita priva dei protagonisti, o le loro abitudini fuori dalla loro attività di Avvocati, l’unico cardine che lì lega è il lavoro, il tribunale e il rapporto con il cliente questo aspetto innovativo rende più consapevole il pubblico del gran lavoro di un psicologo, dell’avvocato e del team.
    La manipolazione è visiva oltre che uditiva cioè in Bull si mette insieme più canali per far acquisire più consapevolezza dei danni che una determinata situazione possa arrecare e quale sia la miglior strategia di marketing processuale da applicare per vincere.
    Insegnamento Finale: In America la situazione giuridica è molto diversa da quella italiana, ma si può apprendere che avere un buon Avvocato con un team professionale fa la differenza per vincere le cause anche le più estreme, la parola vincere è fondamentale e va tenuta bene a mente non bisogna mai abbassare la guardia o accontentarsi di Avvocati mediocri o farabutti ma volere sempre il top per una vita straordinariamente bella.
The-Fall-Caccia-al-Serial-Killer-Serie-TV-Attore-Jamie-Dornan
The-Fall-Caccia-al-Serial-Killer-Serie-TV-Attore-Jamie-Dornan
  • The Fall-Caccia al Serial Killer (The Fall) è una serie televisiva britannica e irlandese, è ideata da All Cubitt trasmessa nel 2013 in prima visione da RTÉ One (in Irlanda) e su BBC Two (in Gran Bretagna).
    La BBC TWO ha voluto programmare la seconda stagione, coinvolgendo un nuovo personaggio nel team della polizia è l’attore irlandese Collin Morgan (famoso per aver interpretato il ruolo di Merlino nella serie tv britannica Merlin), qui invece interpreta il dective Tom Anderson, i protagonisti sono  la sovraintendente Stella Gibson (Gillan Anderson), il serial killer Paul Spector (Jamie Doman), la giovane babysitter Katie Benedetto (Aisling Franciosi) sviluppa un’ossessione per questo uomo omicida, così ambiguo e manipolatore.
    La serie tv è ambientata nel Irlanda del Nord dove si svolgono una serie di omicidi che non riescono a risolvere la polizia locale e quindi subentra la sovraintendente Stella Gibson, che riesce ad individuare il serial killer Paul Spector, che ha una vita sociale e privata molto attiva e bene impostata.
    Paul Spector sfrutta l’amore, l’ossessione della sua babysitter Katie Benedetto per compiere efferati omicidi su giovani donne.
    Nella serie tv The Fall-Caccia al Serial Killer il concetto della manipolazione evolve stagione dopo stagione mettendo in rilievo la fragilità dell’essere umano, spostando l’attenzione sulla mente psicologicamente forviata del protagonista maschile Paul Spector e della sua seguace Katie Benedetto che è la babysitter di suo figlio, ma allo stesso tempo è un’adolescente alle prime armi con l’amore per un uomo più grande di lei.
    Insegnamento Finale: Questa serie televisiva in certo senso mette in guardia il pubblico sul non fidarsi del tutto del proprio vicino, dell’uomo appena conosciuto, questa serie tv ti fa capire che bisogna stare in campana per certi comportamenti che possono essere un’avvisaglia per cadere in acque cattive dove è difficile uscire vivi.
Critica

In questo lungo articolo si è cercato di spiegare la manipolazione dal punto di vista del linguaggio del corpo, dal punto di vista del manipolatore e della vittima, passando per l’ analisi delle 5 serie tv  che ho scelte per affrontare l’argomento.
Tutti possono trarre beneficio da queste 5 serie televisive che sono Come Sorelle, Revenge, Beautiful, Bull, The Fall-Caccia al Serial Killer e avere un’idea più chiara per proteggersi da questi soggetti mentalmente sviati.
Da oggi avrete un’ama in più,  per porre l’ attenzione nell’individuare e allontanare un manipolatore, basta avere uno sguardo meticoloso su chi vuole entrare a far parte della vostra vita.

10/09/2020

Lara Ceroni

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *