Basta un paio di baffi-Film commedia del 2019
Spread the love
Basta un paio di baffi- Foto del Cast al ristorante
Basta un paio di baffi – Foto del cast al ristorante

Basta un paio di baffi è la commedia italiana che ti mette difronte ai pregiudizi maschilisti dei datori di lavoro verso il mondo femminile. La protagonista pur di lavorare risolverà la situazione con un bel escamotage.

I sogni vanno tutelati e no distrutti

Basta un paio di baffi- I protagonisti nella cucina del ristorante
Basta un paio di baffi – I protagonisti Antonia Liskova e Sergio Assisi

Basta un paio di baffi è la commedia italiana, che rispecchia la società maschilista e prevenuta dei datori di lavoro verso le donne.
La protagonista Sara (Antonia Liskova) ha un sogno di aprire un giorno un suo ristorante, ma viene rifiutata dal suo ristorante preferito come chef e per riscattarsi inizia questa avventura con  una semplice e geniale idea del suo amico ed ex fidanzato Sergio (Marco Bonini) che guardandola allo specchio,  mettendole i capelli come dei baffi e arriva il lampo di genio farla passare per un uomo con il nome Andrea.
Sara deve tutelare il suo sogno di diventare una chef e per farlo deve farsi rispettare dai dipendenti, deve dimostrare di essere all’altezza, la sua timidezza sarà la sua arma di seduzione.

I sogni vanno tutelati e non distrutti perchè se una persona rinunciasse ai suoi ideali il mondo non cambierebbe, invece ci vuole coraggio e un pizzico di follia per intraprendere un viaggio imprevedibile, ma pieno di insegnamenti lungo il percorso.

Scheda del Film

Basta un paio di baffi- False speranze per la nascita di un sentimento
Basta un paio di baffi- False speranze per la nascita di un sentimento

Genere

Commedia Italiana

Regia

Fabrizio Costa

Cast

Antonia Liskova, Sergio Assisi, Marco Bonini, Euridice Axen, Teresa Saponangelo, Michele e Virgilio, Jun Ichikawa, Claudia Lerro, Francesco Zecca, Pietro Naglieri

Anno

2019

Produzione

Pepito Produzioni-Rai Fiction

Paese

Italia

Distribuzione: Rai

Sceneggiatura: Giulio Calvani, Federico Starnone, Ilaria Storti, Marta Storti

Fotografia: Marco Pieroni

Montaggio: Cosimo Andronico

Musiche: Giuliano Taviani, Carmelo Travia

Produzione: Pepito Produzioni, Rai Fiction

Nell’articolo troverete la miglior strategia per farsi assumere in un ristorante, per questa guida è tratta e ispirata dal film e la comparazione verterà sua storia veramente accaduta in Italia di coming out dello chef  Chloe Facchini.

 

Trama

Basta un paio di baffi- Bacio appassionato e ingannevole
Basta un paio di baffi- I sentimenti controversi ma sinceri tra i due protagonisti

Sara è una ragazza creativa e talentuosa con un solo sogno nella vita: diventare una chef.

Dopo l’ennesima disfatta, arriva l’occasione di una vita: al suo ristorante preferito cercano un cuoco.

Ma nonostante Sara sia perfetta per il lavoro, il proprietario non ne vuole sapere: lui assumerà solo un uomo.
Con l’aiuto del suo miglior amico Sergio, Sara proverà l’impensabile: travestirsi da uomo.

Sotto le sembianze magroline di Andrea, Sara riesce ad ottenere il lavoro.
Quando Luca inizia ad avere dei sentimenti per Andrea cosa succede?

Strategia per farsi assumere al ristorante

Basta un paio di Baffi- Scena- Sergio crea il personaggio Andrea per il lavoro al ristorante
Basta un paio di baffi-Scena del Film-Sergio vuole aiutare la sua amica Sara per il lavoro da chef e inventa il suo alter ego maschile Andrea

Cosa non si fa per farsi assumere al giorno d’oggi in un ristorante?
Le donne sono oggi chef, ma non tutte hanno questo privilegio e allora aguzzano l’ingegno per farsi assumere come succede alla protagonista Sara.

  • Avere al fianco una persona che approvi le tue decisioni.
  • Non abbattersi per un rifiuto, ma trovare un escamotage per risolvere l’inghippo.
  • Se il datore ha un pregiudizio su una donna per cause personali, cercare di fargli cambiare idea.
  • Spesso la professionalità a parole non serve, ma la pratica può essere un buon alleato.
  • Donne avete un corpo magro o grasso, non importa, per il travestimento del vostro alter ego maschile serve solo una buon camminata mascolina, un viso che si presti al gioco con un buon make-up e un buon outfit che nasconda la vostra vera identità.
  •  State facendo lo chef sotto false spoglie, dovete impegnarvi per mantenere il posto di lavoro, eccellete in cucina con piatti deliziosi, cercate di svecchiare la vecchia immagine data del locale e riportatela agli albori della top ten come uno dei miglior ristoranti al mondo, così da ottenere ottime recensioni realizzate dai critici culinari.
  • Attenzione con chi si flirta per non compromettere la situazione già poco stabile in cui vi trovate. Non vi illudete e ne illude chi lavora con voi. Riportate alla mente il vostro obbiettivo finale, per il quale state immedesimando nel vostro alter ego.
  • Siate una buona giuda per chi lavora sotto le vostre dipendenze, alla fine saranno sempre vostri alleati qualsiasi cosa succeda.
  • Quando si inizia ad avere autorità, bisogna chiudere con la finzione.
  • Dopo la chiusura con il vostro alter ego maschile, se avete avuto un approccio sentimentale con il datore di lavoro è meglio comunicare la verità e fargli capire che siete arrivate a quell’ambigua situazione perchè lui non dava opportunità di lavoro alle donne e volevate solo dimostrare il vostro talento, anche se poi il destino vi ha fatto innamorare.
  • Se si renderà conto dell’errore, si arrabbierà, ma se l’amore nei vostri riguardi è serio vi amerà lo stesso e chissà forse rimarrete a lavorare lì da lui.
  • Avete dimostrato a voi stesse ai colleghi che tutto è possibile, basta volerlo.

Se vi piacciono questi articoli sulla strategia tratti dai film fatemelo sapere nei commenti, nel frattepo vi invito a leggere un altro articolo  La sposa di Neve.

Lo Chef Riccardo Facchini fa coming out e diventa Chloe

Lo Chef Riccardo Facchini fa coming out e diventa Chloe
Lo Chef Riccardo Facchini fa coming out e diventa Chloe

Dopo avervi fatto entrare nella dinamica e strategia del film Basta un paio di baffi, voglio continuare a parlare del fenomeno di immedesimarsi in un corpo diverso e continuare a lavorare come chef, ma la storia che visto per raccontare è realmente accaduta allo chef Riccardo Facchini, volto noto del programma televisivo La prova del cuoco condotto da Antonella Clerici su Rai1 che ha fatto coming out ed è diventata Chloe.

La transizione di Riccardo Facchini è iniziata nel 2017 dopo una lunga relazione sentimentale, dove l’ uomo non si sentiva più nei panni virili, ma in quelli di donna emancipata, durante questo percorso di transessualità ha dovuto incontrare psicologi, psichiatri, fare cure ormonali, fino a giungere al 2019 quando si è dovuta accettare definitivamente.

Il primo passo di Chloe è stato dirlo al suo compagno Maurizio che ha accettato la sua transizione e sostenuta, rafforzando il loro legamed’amore.

Poi è stata la volta dei social network dove ha scritto un lungo post che sul suo profilo ufficiale di Instagram sotto chefacchini official:

<<Negli ultimi mesi ricevevo messaggi che mi chiedevano come mai fossi cosí cambiata… Capelli biondi, faccia più tonda ecc.. Sin da piccolo mi sono sempre sentito una bambina. Ho iniziato il mio percorso di transizione due anni e mezzo fa ed ora mi sento pronta per fare l’ennesimo ed ultimo coming out con voi che mi avete seguito con affetto per anni alla prova del cuoco. Alcuni di voi non approveranno la mia scelta, ma sono convinta che chi mi ha apprezzato come Riccardo continuerà a farlo con altrettanto amore anche in questo momento. Ora sono Chloe e sono orgogliosa in quanto donna transgender e fiera di avere accanto a me un uomo con la ‘U’ maiuscola che mi ha supportato e sopportato in questi anni, insieme a tutta la sua famiglia, agli amici cari e colleghi di lavoro.>>

Infine è stata data la notizia alla signora Antonella Clerici che lo ha saputo dai social, ma poi Chloe la chiamata al telefono per scusarsi e la Clerici gli ha detto che ci sarà sempre un posto nella trasmissione La prova del cuoco.

Il mondo sta cambiando e la Rai sta facendo la sua parte come la politica, la religione, lo Stato.

Se vi è piaciuto l’articolo raccontatemi la vostra storia nei commenti.

Critica

Il film Basta solo un paio di baffi apre gli occhi di come la donna deve inventarsi il lavoro e farsi rispettare nel mondo della ristorazione e come chef.
In tutto questo scenario la protagonista riesce ad ottenre alcune soddisfazioni professionali e sentimentali.
La commedia italiana ha saputo leggere le  nuove tendenze dei costumi della società e ha saputo riportarli sullo schermo in maniera leggera, coinvolgente e simpatica.
Lo spettatore oggi ha una maturità e una sensibilità verso questi temi che lo porta ad un dibattito all’interno delle piattaforme social, al bar perchè questo fenomeno non venga messo da parte, ma affinchè la società possa abituarsi al rispetto di tutti.
La comparazione scelta è ben integrata nell’argomento sopracitato perchè è il verso opposto della medaglia, dove Riccardo Facchini famosa chef italiano è riuscito a coronare il sogno di diventare donna e farsi chiamare Chloe.
Molti chef donna o uomini che fanno coming out  in Italia e nel mondo  sono una piccola parte che riesce ancora a lavorare perchè sono volti noti della televisione, ma ci molte altri chef bravi che non sono famosi e per questa discriminazione sono abbandonati dalla società e vivono il loro cambiamento male.

1/06/2021

Lara Ceroni

Last Updated on 2 Giugno 2021 by Lara Ceroni